mostra fotografica “amori sbarrati”

7 febbraio 2014

“Amori sbarrati” è un progetto promosso da Zeroconfini Onlus, che si è via via arricchito di nuovi mezzi espressivi che vanno dal teatro alla poesia fino alla fotografia, per raccontarci un mondo insolito, quello di donne detenute nella casa circondariale di Monza.
Il coinvolgimento e la passione di coloro che hanno portato avanti con grande sensibilità questo progetto, ha favorito la costruzione di un percorso volto al recupero dell’uomo, di ciascun uomo a se stesso e alla vita civile.
Nascono così dei capolavori, come le fotografie di Francesca Ripamonti, che raccontano una bellezza nuova, una bellezza nascosta e spesso dimenticata, che emerge dal profondo dell’anima delle donne recluse.
Il progetto ha come scopo quello di ritrovare la bellezza di queste donne, di andare oltre lo stereotipo della tristezza del carcere, di ascoltare la loro anima proiettandola nel loro corpo, un corpo nascosto, quasi impolverato da tempo dietro le sbarre.
Un corpo che diventi vera espressione dell’anima, un bacco da seta che diventa farfalla: questa è stata la scommessa tra Monica Coppola e Francesca Ripamonti, che hanno trovato oltre le sbarre, una scelta di bellezza non convenzionale cercando di donare loro un po’ di libertà nel sentirsi belle.
Un’iniziativa unica in Italia che proseguirà in molte altre città italiane.